fbpx
dieta in gravidanza

Dieta in gravidanza

Il cibo è una vera e propria medicina. La qualità della nostra alimentazione influenza e determina il corretto funzionamento di tutte le nostre funzioni cellulari e addirittura l’espressione dei nostri geni. È facile, dunque, comprendere quanto sia fondamentale una dieta corretta durante la gravidanza, per la salute della madre e del bambino.

Come alimentarsi durante la gravidanza?

La famosa piramide alimentare è stata oggi sostituita dal PIATTO “IN-FORMA”. Questo input all’educazione alimentare è trasferibile anche alla gravidanza. Il piatto rappresenta un pasto equilibrato e salutare in grado di saziarci, rispettando il buon funzionamento dell’organismo della mamma e del bambino. È un ottimo strumento per suggerire una corretta dieta anche in gravidanza.

Il Piatto “in-forma” è diviso in quattro spicchi, ognuno rappresenta un alimento proporzionalmente distribuito:

immagine del Piatto “in-forma”
  • Frutta e ortaggi importanti fonti di sostanze protettive (antiossidanti, fibre, sali minerali, vitamine)
  • Cereali integrali fonti di carboidrati non raffinati, ricchi di fibre a con basso indice glicemico
  • Proteine salutari (pesce e legumi) fonti di proteine vegetali ricche di aminoacidi essenziali, fibre e privi di grassi. Queste sono alternative alla carne rossa e ai formaggi, da limitare soprattutto in gravidanza
  • Come condimento preferire l’olio extravergine di oliva e bere almeno 2 litri di acqua al giorno per garantire una idratazione ottimale sia alla mamma che al bambino

E il metabolismo basale?

Il nostro organismo consuma continuamente energia per assicurarci alcune funzioni basilari. Mantenere la temperatura corporea, garantire l’attività cardiaca, svolgere il processo digestivo, pensare, e anche dormire… L’insieme di tutte queste attività costituisce il METABOLISMO BASALE. Più si è attivi, più si consuma energia e più aumenta il metabolismo. Un buono stato di salute dipende da una alimentazione equilibrata e da uno stile di vita attivo. Questo per garantire un corretto consumo energetico e, bruciando le calorie in eccesso, consentire un miglior funzionamento e crescita di tutti gli organi e tessuti.

In gravidanza bisogna mangiare di più?

Per rispondere a questa domanda è necessario valutare i fabbisogni nutrizionali della donna. Ossia, bisogna capire se si sta affrontando la gestazione in condizioni di normopeso, sottopeso, sovrappeso o obesità. Per fare ciò bisogna calcolare l’indice di massa corporea (IMC) che si ottiene dividendo il peso del soggetto in chilogrammi per l’altezza in metri al quadrato.

IMC = PESO(Kg) /ALTEZZA (m)2

SOTTOPESONORMOPESOSOVRAPPESOOBESO
< 18,518,5 – 24,925 – 29,9> 30
Indice di Massa Corporea

La dieta in gravidanza andrà, dunque, studiata in base all’IMC. Esso saprà indicare quante calorie assumere durante tutto il periodo della gestazione:

  • +250-300 Kcal se sottopeso
  • +150 Kcal se normopeso
  • +100 Kcal se sovrappeso
  • +50 Kcal se obeso

Per farci un’idea, 150 Kcal corrispondono a un panino o a una porzione di pesce!

I carboidrati

Sono la “benzina “ del nostro organismo. Forniscono l’energia per consentire al nostro corpo di svolgere tutte le proprie funzioni (apprendere, studiare, camminare). In carenza di carboidrati tutte le altre sostanze vengono convertite in carboidrati per poterci fornire energia.

Le proteine

Essenziali per la struttura del nostro corpo. Sono composte da lunghe catene di unità dette aminoacidi che sono fondamentali per produrre ormoni, enzimi, anticorpi e vettori che portano sostanze importanti per tutto il corpo. È sempre preferibile prediligere come fonte di proteine il pesce e i legumi.

I grassi

Sono i costituenti principali delle membrane cellulari e di alcuni ormoni fondamentali per la vita, come gli ormoni steroidei, che servono a veicolare le vitamine liposolubili A,D,E,K. Sono immagazzinati nel tessuto adiposo come riserva energetica e, se  in eccesso, si depositano nel cuore, vasi, fegato, muscoli e pancreas danneggiandoli.

La frutta e la verdura

Sono fonti di vitamine, “additivi” necessari al funzionamento di enzimi e processi metabolici, sali minerali e fibre.

Gestire serenamente la dieta in gravidanza: piramide comportamentale

La piramide comportamentale è il simbolo di una sana alimentazione e di un corretto stile di vita. Essa è la chiave per gestire serenamente la dieta in gravidanza. Formata da sei sezioni, alla base della piramide troviamo gli alimenti che possiamo utilizzare più spesso mentre, al vertice quelli che sarebbe meglio evitare.

La piramide comportamentale

1 commento su “Dieta in gravidanza”

  1. Pingback: Come cambia il corpo in gravidanza - Rocco falotico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su