fbpx
NIPT

NIPT: il test prenatale sicuro e non invasivo

Il NIPT (Non Invasive Prenatal Test) non è un test diagnostico, ma di screening, basato su tecniche molecolari di elevata sensibilità.

Mediante questo test si analizzano la probabilità che il feto sia affetto dalle più comuni anomalie relative al numero dei cromosomi non sessuali. Ad esempio: trisomia 21 (sindrome di Down), trisomia 18 (sindrome di Edwards) e trisomia 13 (sindrome di Patau).

Per effettuare il NIPT è sufficiente un semplice prelievo di sangue della mamma, dal quale viene isolato il DNA libero circolante.

Grazie a questa indagine è possibile individuare, oltre al sesso fetale, le più comuni aneuploidie del feto. Si tratta di un’analisi rapida, sicura ed affidabile. È possibile effettuare il test a partire dalla decima settimana di gestazione, anche in caso di gravidanza gemellare e di procreazione medicalmente assistita.

Per approfondire questo argomento, insieme a tutti gli altri step della gravidanza, clicca qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su